Archivio degli articoli taggati 'disegni'

16 febbraio 2010 ore 16.25

Un Jadifh con photoshop

E’ quel disegno di cui vi parlavo la volta scorsa: devo ammettere che ne vado piuttosto orgogliosa. Spero che vi piaccia!

jadifh

-3

8 febbraio 2010 ore 19.06

Tutti parlano di avatar così ne parlo anch’io

Prima di iniziare il post ufficiale: nell’articolo scorso avevo promesso che avrei fatto un disegno su richiesta. Bene, secondo i miei calcoli, il vincitore è stato Principe!! Eccovelo dunque in tutto il suo pallore:

principuzz

Spero che vi piaccia! Per il prossimo disegno “a richiesta” temo che vi toccherà aspettare, perchè sto lavorando a qualcosa che… beh, penso che alcuni (anzi alcune) di voi troveranno di loro gradimento >w>. Prima o poi ve lo posto, e mi direte!

Dunque, passiamo alle cose “serie”.
(n.b: cercherò di non entrare nel dettaglio per evitare spoileroni, ma comunque non garantisco che non possa sfuggirmi qualcosa, quindi se non avete ancora visto il film siete avvertiti)

Avatar.
Bene, all’inizio ero decisamente scettica. In primo luogo perchè appena mi hanno detto avatar ho pensato a QUESTO avatar, (http://it.wikipedia.org/wiki/Avatar:_La_leggenda_di_Aang) di cui per altro sta uscendo il film, a cui hanno molto furbescamente accorciato il nome ne “l’ultimo dominatore dell’aria” omettendo quell’ “avatar “tanto compromettente.

Avatar__by_NeoSlashott

Un’altra cosa che mi rendeva scettica era questa:

GetAttachment

sono andata a vederlo comunque, per via di una mia certa convinzione, (che Queneau con il suo “Esercizi di stile” ha contribuito a cementare) ovvero che “non importa cosa si racconta ma come lo si racconta”.
Oh, e Cameron racconta a meraviglia! Non esagero quando dico che è dai tempi del Signore degli Anelli che non mi emoziono tanto per un film (e ragazzi, questo dice tutto!)
La storia sarà pure banale o ciò che volete, ma ti lascia incollati alla poltroncina per tre ore facendoti dimenticare persino di battere le ciglia.
Io l’ho visto due volte, in entrambe le dimensioni, e devo ammettere che il 3D (sebbene non ancora perfetto) ti dà veramente l’impressione di svolazzare tra le Montagne Hallelujah.
Ho apprezzato tantissimo il messaggio “ecologico” di sfondo, e l’atmosfera un po’ new age che permea il tutto, perchè diciamocelo: alcune persone, se certi concetti non glieli spari al cinema o alla televisione, devono aspettare che gli si sciolga l’Artico prima di preoccuparsi di queste cose.
La prima volta che l’ho visto sono andata con un’amica, e tornata a casa ho saltapicchiato ovunque blaterando frasi sconnesse con un sorriso ebete stampato in faccia. La seconda volta sono andata assieme a tutta la mia famiglia, e a saltapicchiare ovunque blaterando frasi sconnesse con un sorriso ebete stampato in faccia siamo stati in cinque. Quindi ho sviluppato una teoria: sono i colori. I colori (prevalgono i primari) sono meravigliosi e ti tritano i neuroni lasciandoti euforico come dopo aver ascoltato “Le nozze di Figaro”, e il ritmo della narrazione è talmente serrato che ne esci attonito come dopo una giocatona di otto ore a Final Fantasy.
Ma la cosa che mi è piaciuta più di tutte, senza ombra di dubbio, è il design dei personaggi.
Ragazzi, i Na’vi sono spettacolari.

un-primo-piano-di-jake-sully-con-i-tratti-del-na-vi-in-una-scena-del-film-avatar-140141

e con questo sorrisone di Jake Sully vi lascio, consigliando (a chi ancora non l’avesse fatto) di fiondarsi al cinema senza aspettare un attimo di più.

21 gennaio 2010 ore 11.11

Post che non so come intitolare

Attenzione: rullo di tamburi….
….Ecco a voi la prima immagine “ufficiale” di Eryn!
Tà-Dahn!!!

eryn

grazie ai preziosi consigli di Gabzillaz (http://gabzillaz.deviantart.com/), fanartist su deviantart, sto iniziando a capire come colorare con photoshop.
Ho bisogno ancora di tanto tanto tanto allenamento, quindi facciamo una bella cosa: voi mi dite in un commentino qua sotto chi vorreste che disegnassi, e io disegnerò il soggetto più richiesto! Purtroppo non posso garantirvi che tale disegno venga effettivamente realizzato, dati i miei impegni scolastici (mi sono fatta una settimana di influenza e ho una badilata di appunti da recuperare) comunque ci posso sempre provare.
Poi.. volevo dire un’altra cosa interessante…
ma certo! Sono arrivata a pagina 100 del terzo volume della “trilogia del destino” (come l’ha battezzata Baccalario)! Alèèèè!!
…come, direte voi, solo pagina cento? Beh, in realtà non è un male. Perchè nel periodo in cui scrivevo 50 pagine al giorno, 45 di queste facevano veramente schifo, mentre adesso che al giorno ne scrivo solo un paio riesco a tenere più sotto controllo lo stile e la forma. E, lo ammetto, non sta venendo affatto male.
Ah, ovviamente il titolo del 3 volume ce l’ho, ma non ve lo dico (dehihioho).
Un’altra cosa, questa è importante: la scuola non mi sta dando tregua. Si, lo so che ripeto sempre la stessa solfa, però credetemi che è la verità (chiunque ragazzo delle superiori può confermare le mie parole) quindi purtroppo, mi dispiace, mi dispiace tantissimo, per un certo periodo non riuscirò più rispondere ai commenti. Anche alle domande e a quelli importanti, che so che ci sono, come sempre li leggo tutti, e già questo mi porta via una marea di tempo, quindi vi prego, ragazzi, scusatemi ma proprio non ce la faccio.
Comunque ci sarà presto una settimana di pausa didattica per i corsi di recupero, quando arriverà ve lo scriverò in un post e laggiù potrete farmi tutte le domande che volete e giuro che rispondo!
Detto questo, un saluto a tutti, mi farò risentire (si spera) entro settimana prossima e (si spera) avrò pronto un altro disegnuzzo.
a presto!

11 settembre 2009 ore 14.17

Un post senza titolo

Questa mattina ho seguito la mia prima lezione di filosofia. è stata fantastica. Il professore ha parlato per un’ora intera senza interruzioni, e io ho consumato mezzo blocco degli appunti e due cartucce della stilo (esagero).

Come forse avrete intuito ho passato gli esami e ora sono in prima liceo. In matematica diciamo che sono andata così così (di quel maledetto orale ho solo un vago ricordo di segni perduti e denominatori dimenticati), d’altro canto mi è andata molto bene la versione di greco, quindi per un’ovvia legge di compensazione sono riuscita a passare.

Ne approfitto per scusarmi per la lunga assenza. Sebbene io sia tornata due settimane fa non ho aggiornato il blog, questo perché prima degli esami non ne avevo il tempo materiale, dopo gli esami ero in catalessi e avevo bisogno di riprendermi! Ho ancora bisogno di riprendermi, ma non mi metterò qui a inveire sul fatto che il Beccaria ha iniziato quattro giorni prima delle altre scuole.

Forse vorrete delle notizie sul secondo volume: ebbene stiamo quasi per finire, io ho consegnato la bozza rivista settimana scorsa e da quello che ho capito in questo periodo dovrebbe essere in impaginazione. Poi dovrò fare un’ultima rilettura del testo impaginato e infine in redazione faranno i soliti giri di correzione bozze e infine finalmente andrà in stampa. Da parte mia attendo con ansia la versione definitiva dell a copertina, perché da voci di corridoio pare che il Jadifh “colà rappresentato” stia diventando sempre più bello ( *w* ). Insomma, il libro dovrebbe uscire a novembre.

Parlando del terzo… ecco, diciamo che va molto a rilento: ho deciso di riscrivere tutto. O almeno, tutto tranne le parti decenti (accuratamente conservate). Perché, lo ammetto, quelle ultime 120 pagine le ho scritte molto in fretta e quindi rileggendole mi risultavano confuse e slegate. Ora sono a pagina 7, ma sono decisamente soddisfatta: l’introduzione mi sembra buona, e l’Eynis di quelle prime pagine molto più convincente. Alla fine della fiera temo che per finire il terzo volume mi ci vorrà un po’, ma solo perché intendo impegnarmi al massimo per fare un buon lavoro, e quindi spero che non vi deluderà!

Sono molto “fantasy mode: on” in questo periodo: la lunga astinenza da internet autoinflitta mi sta facendo rinascere: il tempo che non impiego per catalizzarmi davanti allo schermo lo passo a disegnare e a leggere. Ho passato due giorni interi in compagnia de La ragazza con l’orecchino di perla (che consiglio assolutamente a tutti), Annus mirabilis (che consiglio a tutti tranne che ai deboli di stomaco), Rapine, assedi e battaglie: la guerra del Medioevo (un saggio di Settia che mi sono comperata questa estate. non ve lo consiglio perché tanto so che non lo leggete… sì, lo ammetto, mi piacciono un sacco i saggi storici, tipo quello meraviglioso della Cantarella che è uscito qualche mese fa: Dammi mille baci… omg, come mi sento nerd!). e adesso mi appresto ad assaltare La figlia di Rashi che mi hanno detto essere molto bello.

Come ultima cosa, per chiedere perdono per la mia sparizione estiva, vi posto uno schizzo che ho fatto in questi giorni: Eynis con i capelli corti, come apparirà cioè nel terzo volume. (cliccare per ingrandire)

Ah, dimenticavo: l’amministratore del blog ha bloccato i commenti sull’articolo scorso, quindi qualcuno non è apparso. Vi rispondo ora:

x Fabio Bagiggia: senz’altro sarei felicissima se facessero un film sul Libro del destino, ma mi dispiace deluderti: è decisamente impossibile! XD

x la prima G di GEG: per tua fortuna (o sfortuna? non ho ben capito… XP) nel terzo non ci saranno tante scene del genere “pollaio”, però ci sarà qualche occasione per i ragazzi di fare un po’ i cretini.

x darketta: sono contenta che lo spoiler ti sia piaciuto ma… ovviamente non posso confermare o smentire la tua ipotesi! “ciriciriciao” anche a te XDD

x gre gre: in redazione mi hanno giurato e spergiurato che sulla copertina gli occhi di Eynis sono proprio verde smeraldo… oh, io gli credo ^w^!  il libro, come ho detto proprio in questo post, non esce né a ottobre né a dicembre, bensì a novembre (ci piacciono le vie di mezzo XD) ovviamente non posso confermare o smentire nemmeno la tua ipotesi. E sì, ci sarà un terzo libro!

6 agosto 2009 ore 13.43

Tempi cupi per i lupi

Sono tornata dal campo!! Mi fa strano dormire di nuovo in un letto. Certo, è comodo, ma già mi mancano le stelle sopra la testa. Mi è capitato un paio di volte di dormire sotto i rifugi di fortuna (di cui uno si è allagato la prima notte durante una bufera e il secondo si è allagato l’ultima notte durante una bufera) e decisamente non invidio eynis che d’inverno dorme tranquillamente sulla nuda terra (è vero, c’è da considerare l’elemento “nanna di fianco al fuoco” che io al campo non avevo, ma comunque non dev’essere uno scherzo!)

Ma sto divagando, come al solito. Torniamo all’argomento principale.

Girovagando in rete mi sono accorta che tra tutte le cinque razze i lupi sono quelli che riscuotono forse maggior successo tra i lettori. Sempre girovagando mi sono anche accorta che molti di questi lettori si augurano che proprio ai lupi venga dedicato uno spazio più ampio nel secondo volume. Beh, posso dire in tutta franchezza che saranno accontentati, eccome!

SPOILER

i nostri poveri lupi si troveranno a fronteggiare una situazione parecchio aggrovigliata, che la compagnia aiuterà a sbrogliare, ma comporterà comunque un bel pasticcio di zanne e sangue. Il tutto accadrà ovviamente tra i ghiacci perenni della valle di Nyve. Siccome sono tanto brava voglio darvi un assaggio di ciò che accadrà con questa paginetta di fumetto amatoriale (cliccate per ingrandire!!)

(ovviamente il testo è adattato per farlo entrare nei fumetti, nel libro sarà un po’ più articolato! XD)

FINE SPOILER

siccome mi spiace lasciare a bocca asciutta quelli che non sono amanti dei lupi, ecco a voi un disegno dei tre protagonisti maschili che ho fatto in questi giorni invece di studiare (ovviamente scherzo! sto studiando taaaaaaaanto! >.>)(sempre cliccare per ingrandire)

(si, lo so: non so disegnare i piedi nè le mani nè so inchiostrare, ma spero di imparare col tempo >.<)

un’ultima cosa: se qualcuno di voi stesse passando le vacanze a Lignano Sabbiadoro (ud) mi può trovare sabato 8 agosto nella libreria “l’elefante bianco” in viale venezia,  ci sarà una piccola presentazione (qua per info: http://www.edizpiemme.it/pm/pm_eventi/pmnews-356040.view)

si, sto partendo di nuovo, e sto andando in un luogo senza internet. Temo che questo sarà l’ultimo post fino a settembre, salvo imprevisti!

Buone vacanze a tutti allora!

28 luglio 2009 ore 11.14

Eynis e il pollaio

Sono le undici e mezza di notte. Ai piedi del mio letto: una massa informe viola stinto tutta bozzi e legacci pendenti, che trent’anni fa era uno zaino da alpinismo professionale.

Si, domani parto per il campo scout. Starò via dieci giorni, e in questi dieci giorni ovviamente sparirò totalmente dal blog.

Per farmi perdonare della mia assenza (passata e futura) vi regalo un disegno di Eynis come appare nel secondo volume (esatto, non sono ancora capace di inchiostrare O_ò)

e un pezzo in anteprima del principe delle nebbie (oooooh!). Che, guardacaso, parla di un pollaio

………………

WARNING: SPOILER!!!!!

Il cielo era rosa d’aurora, e la campagna attorno a Rhoda era avvolta nel silenzio.

Eynis e Jadifh, appostati dietro una siepe, spiavano il cortile silenzioso di una fattoria.

– Non possiamo semplicemente cercare un’altra strada?-  sussurrò la ragazza.

– No! La pattuglia notturna sta tornando dalla ronda e io sono il ricercato numero uno del regno. La via più sicura è questa, dammi retta!

Eynis lanciò un’occhiata al sentiero che portava nei campi che dovevano raggiungere. – Allora ci conviene passare subito– disse.- Dormono ancora tutti, sbrighiamoci prima che sia troppo tardi!

– Hai ragione. Al mio tre attraversiamo e ci nascondiamo nel campo, va bene? Uno, due e… -. Ma prima che Jadifh potesse dire “tre”, il silenzio fu rotto da un chiocciare sgraziato e ripetitivo.

– Accidenti, la gallina! – disse Eynis tra i denti. – Ha fatto l’uovo e adesso sveglierà tutti!

– Non esagerare, smetterà subito, vedrai!

– Figurati! Le galline non smettono di chiocciare, a meno che qualcuno non prenda l’uovo.

– Davvero? – chiese il ragazzo con un lampo negli occhi.

– Certo, è così! – rispose Eynis voltandosi. Ma Jadifh non era più dietro di lei. Era saltato in piedi e aveva scavalcato la siepe, sparendo all’interno del pollaio.

Il canto della gallina tacque, il ragazzo riattraversò il cortile di corsa e tornò ad accovacciarsi di fianco a Eynis. In mano stringeva un uovo.

– Problema risolto! – esclamò con un sorriso smagliante.

Ma Eynis non ebbe nemmeno il tempo di rispongergli che l’intero pollaio esplose di un chiocciare assordante.

– Oh, no! Ci si mettono anche le altre ora! – gemette il ragazzo.

– Via, scappiamo! Presto, prima che arrivi il contadino! – fece Eynis. E i due attraversarono la strada in un lampo e si tuffarono tra le spighe di grano verde.

– La prossima volta – ansimò Eynis – si prende la strada che dico io!

– Beh, questa situazione ha avuto il suo lato positivo – dichiarò il ragazzo.

– E quale?

Jadifh sollevo l’uovo come per brindare alla salute di Eynis, lo forò e lo bevve in un sorso.

…………….

N.B: non è detto che troverete questo estratto tale e quale nel libro stampato: può ancora essere tagliato o modificato.

N.B 2: i più accorti noteranno nel disegno che Eynis ha una macchia bianca sul naso. questo perché quando stavo dando gli ultimi ritocchi, un attimo prima di scannerizzare, una simpaticissima macchia di inchiostro le è caduta esattamente in faccia e ho dovuto sbianchettare il tutto >.>

23 marzo 2009 ore 15.03

E lo scanner risorse

E’ un po’ che non pubblico vero? Ma sono in una situazione un po’ difficile, soprattutto a causa della scuola (mannaggia!) ma anche perché mi sto impegnando per finire a tutti i costi il secondo volume prima di pasqua.

Non ho tempo quindi di scrivere qualcosa di sostanzioso. Ma non disperate! ho sempre pronto il mio asso nella manica… gli spoiler! quindi vi metterò qualche…

…ma che!

mi dimentico la notizia più importante! il mio scanner vive ancora! T^T è un miracolo! gli stavo già preparando il sepolcro!

comunque eccole, eccole le immagini! C’è un piccolo problema: non mi ricordo che disegni dovevo fare >.<!

Nella mia mente confusa aleggia il vago ricordo della richiesta di un Jadifh e di Un Evàndros…. beh, quelli li ho pronti… più qualcos’altro… (ovviamente clikkate per ingrandire)

Jadifh

ancora Jadifh

Bedwyr fatto a scuola >.<

i tre ad idahla

EVANDROSS! puccio ^w^

ED ECCOCI al tanto atteso momento degli spoiler!

per prima cosa… attenzione attenzione! Vi rivelo qui, ora e in anteprima assoluta il titolo del primo capitolo del secondo volume: “La casa dimenticata”.

eh? soddisfatti? no? vabè, comunque è ancora provvisorio, come tutto quello che si trova in quel fantomatico file word.

comunque, ora, siccome sono tanto, ma tanto buona, vi posto un estratto un po’ più consistente: vi sfido a indovinare cosa diamine sta succedendo B3

Nel cielo sempre più azzurro e splendido, l’aquila bianca osservava. Osservava il fuoco consumare la palizzata, mentre gli amorphi avanzavano, e già la città bassa bruciava, sconquassata, fumi neri e maleodoranti salivano al cielo. La nera ondata venne bloccata dalla seconda cerchia di mura, alta e robusta e impenetrabile. A lungo, molto a lungo cercarono di passare. Ben presto tutto tacque, meno il cupo rimbombo delle asce e degli arieti che cercavano invano di squarciare il portone.

Bene, eccoci qui, non è molto ma spero che siate soddisfatti (tanto lo so che i post disegni + spoiler sono i vostri preferiti! XDXD)

i commenti sono tutti vostri!

au revoir!