16 febbraio 2011
16:27

Perché è così difficile scrivere i baci.

…almeno, secondo il mio modesto parere.
Descrivere un bacio romantico è una delle cose più complicate e insidiose che mi siano capitate, e forse anche altri scrittori la pensano allo stesso modo. D’altra parte anche leggendo mi è capitato molte volte di leggere un “siparietto romantico” che però per vari motivi mi ha deluso.
Per quanto mi riguarda, tutto questo succede essenzialmente per i seguenti motivi:

– scrivendo di un bacio , se si vanno ad approfondire troppo le emozioni dei protagonisti c’è il rischio costante di cadere in smancerie inutili da coma diabetico.

– se al contrario non vengono trattate, c’è il rischio di sembrare freddi e scostanti (a meno che ovviamente non sia un effetto voluto)

– una scena descritta troppo nei dettagli è noiosa, lenta e fa anche un po’ effetto lumaca bavosa.

– ma troppo pochi dettagli sono tristi. Se dovessi leggere un libro dove mi sbolognano l’agognata scena romantica con un: ” E si baciarono.” nudo e crudo, mi verrebbe da rispondere: ” E allora?” Che diamine, mettimi almeno un avverbio!

Ovviamente, bisogna contestualizzare: sto parlando di quelle scene nelle quali ci si sofferma volutamente su un gesto d’affetto tra due personaggi. Ci sono poi tutti quei baci rabbiosi, violenti, falsi, rubati, freddi, frettolosi eccetera eccetera eccetera eccetera, ma non sto parlando di quelli: sono tutto un altro discorso.
Voi che scrivete vi trovate mai in situazioni del genere?
Fatemi sapere, anche se probabilmente non risponderò perché non ho un briciolo di tempo \o/ ma è sempre interessante leggere le esperienze degli altri.
a presto!
41fa4f45276ce_big

Be Sociable, Share!

Commenti

16 febbraio 2011 ore 16.59

Ciao Ely :)
Grazie per avermi accettato l’amicizia su facebook te ne sono grata (anche se non sei mai online xD)
da poco tempo ho iniziato a scrivere racconti e anche a me capita di avere problemi a descrivere baci, ma spesso se li scrivi la scena come pi ace a te ti assicuro che piace anche a chi la legge.
A presto
Marty

marty

16 febbraio 2011 ore 19.18

vuol dire k nel ld3 qualcuno si bacieràà!!! muahhh (risata malefica ;p). comunque si, anchio io ho questo piccolo problemino, nel senso che non so come descrivere nel mio libro questa scena… devo essere frettolosa o …… cosa?!!!! vorrà dire che mi ispirerò a altri libri :)

Giggia Piggia

17 febbraio 2011 ore 15.27

Nn sai cm sn d’accordo! pensavo d essere solo io ad avere problemi nelle scene romantiche… Nn è facile rendere bene il bacio, soprattutto il primo bacio tra due personaggi, xk bisogna trovare la descrizione giusta… Nn t preoccupare, nn sei la sola. :-)

hellina

17 febbraio 2011 ore 22.20

In effetti anche io non sono mai pienamente soddisfatto dell scene con bacio che descrivo. I motivi sono un po’ quelli che hai elencato tu e alla fine rinuncio a tutte le paranoie e “vado di pancia” :)

Ezio

18 febbraio 2011 ore 13.53

Sono sorpreso: non hai imparato niente dalla Barca dei Gamberi? Attenta, attenta ad aggettivi e soprattutto ad avverbi, che sono il male nella narrativa. Personalmente preferirei approfondimenti sulle emozioni, essendo un’azione molto povera sul piano fisico, ma molto significativa su quello emotivo.

Aulos

18 febbraio 2011 ore 16.38

e…come mai ti è venuto in mente proprio oggi?????forse stai scrivendo un bel bacio???e magari tra chi??? spero tra eynis e bedwir. lei ci può sempre ripensare, no?

Emma_96

18 febbraio 2011 ore 19.08

Per ora non mi è ancora capitato di “far baciare” qualcuno, ma la scena è in programma. In effetti mi sono fatta anche io i tuoi interrogativi e alla fine de ho dedotto che la risposta sta nel mezzo: non troppo ma non troppo poco…vedremo cosa combinerò! =)

…ma…quindi si presuppone che nel LdD 3 qualcuno si bacerà…e ho anche una certa idea =D

Alice In Wonderland

18 febbraio 2011 ore 22.26

phhuha..

Me

19 febbraio 2011 ore 15.46

Ciao volevo solo dirti che sei bravissima… i tuoi libri mi hanno completamente rapita non riuscivo proprio a lasciare il libro.. e ora attendo con molta ansia il terzo =) comunque tu non hai avrai problemi a scrivere i baci=D quinsi nel terzo c’è un bacio wow!!!
=)

Marty

19 febbraio 2011 ore 16.36

é sempre un gran problema la storia dei baci….a mio parere se si usano aggettivi adatti al bacio( se è romantico, freddo…) e si descrive magari il contrasto con la scena di quel momento non viene troppo barboso o smielato <3

Lucy95

20 febbraio 2011 ore 12.07

Il bello dello scrivere è proprio il mettersi alla prova continuamente, no? Riscrivere continuamente i pezzi finchè non vengono perfetti, fino anche a rischiare di impazzirci sopra, per poi trovare la soluzione finale. Non bisogna per forza scrivere tutto bene al primo colpo, dopotutto: non credo che esista uno scrittore capace di un miracolo simile. Io, quando mi trovo davanti a un paragrafo che non riesco a costruire, lo salto per pensarci con calma più tardi. Altrimenti mi si squassano le cervella. °^°
Se sei in una situazione del genere… beh, mi dispiace per te. Immagino sia frustrante. ^^”

Seebaru

20 febbraio 2011 ore 15.26

Aaaah, ma ke bellooo, quante scrottrici come me!!
Comunque, x quanto riguarda i baci non sono ancora cosi’ avanti (purtroppo), ma ho gia’ tutta la scena in testa!! Una cosa molto romantica e inaspettata… Vorrei aggiungere: Ely, se stai leggendo, please seguimi su twitter, io lo faccio ma non so come mandarti messaggi… Li’ sono VampireBite97 o Lisa Brumat. Leggo sempre il tuo blog e trovo magnifici i tuoi romanZi!! Se hai tempo mi piacerebbe farti qualche domanda…

Lisa B.

20 febbraio 2011 ore 15.28

Oddio ke vergogna, ho scritto scrottrici invece di scrittrici.. I’m sorry!!!

Lisa B.

21 febbraio 2011 ore 16.16

Mi piacerebbe proprio sapere quante, tra quelle di voi che dicono di amare la scrittura, sappiano effettivamente scrivere…

Robby

21 febbraio 2011 ore 17.39

Ciao a tutti.Di solito non intervengo nelle discussioni per partito preso e vari altri motivi del tutto irrilevanti ai fini di questo discorso,ma farò un’eccezione,tanto per chiarirMI le idee sul tema.
Credo che fondamentalmente non servano molte parole per descrivere un bacio;in fondo un bacio,diamine,più o meno lo sanno tutti cos’è…
Però,visto che,ehi,siamo scrittori,nelle parole ci sguazziamo!secondo me è una buona idea affiancarci dei termini chiave rigorosamente romantici tipo dolcezza,tenerezza e robe simili perché “lo baciò con dolcezza sulle labbra” fa decisamente più effetto di “lo baciò punto e basta”.
Altra cosa:meglio non chiudere il paragrafo subito dopo,cioè,io ogni tanto lo faccio ma è una vigliaccata e chi legge se ne accorge e pensa che avete finito le parole.
Disposta ad essere criticata (ma non troppo eh),
Ele

Ele

21 febbraio 2011 ore 18.17

Eio che credevo di essere l’unica!Certo, il mio problema deriva dal fatto che non ho mai baciato nessuno, quindi non ho la più pallida idea di che cosa si provi. Ma suppongo che tu, essendo più grande di me, avrai priù esperienza quindi credo che sia necessario in primis descrivere le emozioni che si provano davvero, ma senza troppe smancerie. Il consiglio migliore che io possa darti è quello di leggere il bacio di harry-cho, harry-ginny e Ron-hermione in harry potter, che sono davvero dessritti in modo stupendo: la Rowling non parla proprio del bacio in se e per se o dice cose tipo “harry si sentiva 3 metri sopra il cielo” ma parla di un momento tanto importante in modo tanto bello da farti attorcigliare le budella ma senza farti venire la nausea. Ti consiglio di leggere in particolar modo il bacio tra harry e ginny che io giudico absolutamente perfetto
spero davvero dieerti stata d’aiuto, baci

Raffaella

21 febbraio 2011 ore 21.36

Il presunto bacio e’ tra Eynis e Jadif, vero? OVVIO!!!=* =p

Aurora

21 febbraio 2011 ore 23.44

Sarà strano, ma per me la descrizione di un bacio non deve essere approfondita, ma piuttosto ci si deve soffermare su ciò che avviene dopo, le reazioni. A meno che il bacio non provochi dubbi o incertezze per una o entrambe le due persone in quel caso mi soffermerei su queste. questa è la mia idea di bacio in una storia.

nerily

22 febbraio 2011 ore 20.33

Cara Eli, capita anche a me a volte di essere incerta sul descrivere un bacio vero, cioè non solo sulla guancia! Sul romanticismo, però, credo che avrei molte cose da imparare… ehh, purtroppo, più che romantici, definirei i miei baci passionali. Insomma, quelli che prendono due personaggi in un vortice irrefrenabile e poi li conducono… dove sai tu!XD
Ma non mi lamento per questo, no, perchè è proprio così che deve essere, almeno per me. Ih ih ih!

Erhin1395

24 febbraio 2011 ore 19.23

hai iper ragione è una cosa complicata descrivere 1 bacio ( anke perkè non sono 1 grandeee intenditrice). in effetti il premio ” tema più brutto dell’anno ” va a quello scritto lo scorso mese. tema: baci e innamoramento. comunque cara Elisa sono 1 sua grande fan [no va beh troppo formale... forse sarebbe meglio se mi presento ( mi hanno sempre insegnato che prima di dare del tu a 1 persona bisogna presentarsi) comunque sono barbara ] (perdona l’eccesso di parentesi). comunque io dovrei fare per compito un intervista a un famigliare o a una persona importante, io avrei ( e sottolineo avrei in caso tu fossi contraria, scelto te, percui mi chiedevo se potevo porti alcune domande. ti saluto
baciux
baby

Barb@ra

24 febbraio 2011 ore 20.12

I baci sono la disperazione di uno scrittore non-romantico.
Io scrivo di guerre, intrighi, incidenti, sfortune, disperazione, orrore, sciagura…
Spesso però ci vanno di mezzo alcuni baci e, Santo Cielo, avviene l’apocalisse. Non vorresti mai che ti trovassero una scrittrice troppo romantica, sdolcinata e lacrimosa, ma al tempo stesso vorresti evitare l’appellativo di “freddo”, restando così indeciso se proseguire con una descrizione di quattro-cinque righe sulle sole SENSAZIONI di un unico personaggio, o se fermarsi alle due-tre.
I baci, che incognita.
Sono contentissima che tu abbia deciso di postare un simile post, perché, molto probabilmente, Eynis e Jadifh si staranno baciando… in caso contrario sappi che hai inculcato false speranze in moltissimi ammiratori.

Clara

26 febbraio 2011 ore 15.59

ho letto il duello tra elisa e princess…beh, non so se quelle che princess ha pubblicato siano le tue VERE risposte, ma spero di no (per te!)…comunque, ci tengo a sottolineare che TUTTE le critiche mosse da princess sono vere secondo me, e che io me ne ero accorta la prima volta che ho letto il libro, ovvero a dieci anni (mi pare). spero che pubblicherete il commento anche se non è proprio rispettoso nei confronti dei elisa.

Emma_96

26 febbraio 2011 ore 16.00

ciao!!!!

robberfete

27 febbraio 2011 ore 18.58

Ah…l’amore….ma come pensi di poter descrivere un bacio senza prima aver baciato qualcuno????QUINDI addocchia un ragazzo e buttati…ke skifo?!?!

Sarinarana

28 febbraio 2011 ore 20.25

ciao. sono una ragazza di 14 anni e mi sono un subita appassionata al tuo primo, ovviamente anche al secondo, libro. Io e una mia amica “scrivevamo” un libro e anche noi non riuscivamo a descrivere il bacio: sembrava sempre o troppo smielato o troppo freddo. Comunque sono sicura che saprai cavartela e risolverai questo problemino =)
ciao ciao =)

Arianna R.

28 febbraio 2011 ore 20.51

Io immaginerei IL bacio k mi ha fatto provare delle emozioni mai provate 1a!!! =) =) se farai così ti verrà naturale scrivere di questo argomento xk ricorderai dei particolari k a tuo parere nn saranno nè poki nè troppi!!! :) E se piaceranno A TE andranno bn anke x i tuoi lettori!! =)
x Giggia Piggia: ehi!! ma d dove 6?

Giugi

1 marzo 2011 ore 11.54

non sò te,cara Elisa,ma quando io scrivo una scena dov’è presente un bacio (più che scrivere,scribacchio xD), il personaggio che la protagonista bacia,nolente o volente,ha sempre una fisionomia o un carattere simile alle persone a cui tengo di più,tra cui due dei miei ex,dunque mi immedesimo in lei e descrivo,anche se non fino in fondo,quello che in un certo senso ho provato io durante il bacio..Ovviamente non scrivo tutto perchè se no diventerebbe la mia biografia ^_^

Lavy

4 marzo 2011 ore 17.42

I baci sono le parti più belle del libro… scrivendo un bacio è un pò come se lo vivessi in prima persona…
ti consiglio di spendere qualche parola in più per un bacio come si deve, cogliendo i particolari, non solo emotivi, ma anche su come si svolge la scena… cose tipo il “mormorare contro le labbra” dell’amante parole dolci prima del bacio fanno un certo effetto sul lettore.
BUONA FORTUNA E BUON BACIO! ;)

Eleonora

7 marzo 2011 ore 19.01

Ciao Elisa…
sono contenta che nel prossimo romanzo sia presente un bacio, soprattutto se è un bacio appassionato.
dato che finora non sono mai riuscita a completare il mio di romanzo, mi soffermo molto sui baci, rivedendoli e riscrivendoli di continuo.
dato che hai chiesto un parere, beh posso solo dirti ciò che faccio io.
di solito io descrivo un bacio soffermandomi sul tipo di bacio (dolce, fugace, appassionato ecc), sugli istanti precedenti e seguenti e sugli stati d’animo dei personaggi.
uso descrivere in modo non troppo dettagliato quegli istanti, ma mi limito a spiegare come si guardano un attimo prima del bacio, o come si stringono ecc. preferisco usare anche solo poche parole per descrivere il tutto, e lasciare molta immaginazione al lettore. d’altronde quello che stai scrivendo tu è un fantasy, non un rosa…
inoltre consiglio di descrivere un minimo l’istante successivo ad esso, che è quello dove i personaggi danno libero sfogo al loro pensiero, e solo allora di spiegare cosa hanno provato veramente. durante il bacio stesso evito di scrivere troppo i pensieri, per non renderlo surreale; se un bacio è veramente desiderato, durante esso, sono quasi certa che la gente non inizi a farsi i complessi.
spero di non aver solo sprecato spazio, ma di averti aiutata almeno un minimo.
buona fortuna per il tuo romanzo… :)

Aren

9 marzo 2011 ore 19.28

x Giugi: sono di Roma.. perche?

Giggia Piggia

11 marzo 2011 ore 22.20

Ciao!!!Bella domanda. Forse e meglio evitare i troppi sottintesi perchè io personalmente uscirei frustrata da una lettura del genere però è anche vero che il rischio del coma diabetico è sempre dietro l’angolo. L’unico consiglio che posso darti – e parlo da “””scrittrice””” di polizieschi in cui l’aspetto romantico non è contemplato – è di rischirvere la scena, magari in modi anche molto diversi, e poi di confrontare e forndere ciò che più ti piace di ogni versione che sei ruscita a buttar giù, fino a che il testo non rispecchierà completamente la scena e le implicazioni emotive che avevi pensato. =)Spero che il mio consiglio ti sia utile…

Linda

12 marzo 2011 ore 20.31

Boh..suppongo sia una questione di..di che? Vabbè, io mi ritengo scrittrice, anche se solo di numerose fanfiction, racconti vari e di un libro fantasy ancora feromo al sesto capitolo.E beh, non ho mai avuto problemi del genere…in compenso fatico a descrivere gli animali…lo sò è una cosa idiota, ma è così. Vabbè ciao

Ada

12 marzo 2011 ore 21.20

cara Eli,
pernso che i baci non devono essere troppo descritti, mentre i sentimenti che provano le due persone durante il bacio si.
nella mia storia, che ho cominciato a scrivere, ho dovuto riscrivere la scena dei bacia un centinaio di volte…

P.S.:sono Eynis e Jadif a baciarsi vero?
Tere

teresa

14 marzo 2011 ore 14.14

In qualsiasi modo sia descritto(purchè non con un nudo e crudo”E si baciarono”!)un bacio è sempre un bacio,meglio se rubato! :P

Linda :)

14 marzo 2011 ore 17.29

ciao elisa, sono una ragazza che ti segue sempre anche se non ho mai commentato fin ora, e volevo dirti che ultimamente ci sto rimanendo un po male: perché ci hai abbandonato? non scrivi più sul blog e non risp hai commenti… mi hai delusa.

ginny

17 marzo 2011 ore 21.39

Salve… wow era da tnt tempo che non commentavo qui… considero questo blog come il luogo di vecchia data dove ho incontrato quelli ke adexo sn 2 dei miei amici + cari…
kmq… x me scrivere scene romantiche è pressochè uno strazio. E’ snervante, scocciante, imbarazzante, bruciante. A me riesce abbastanza male pensare di scrivere un pezzo romantico, semplicemente perchè io NON SONO ROMANTICA. Per niente. Neanche un po’. NO.
Cioè, tutti vanno al cinema a vedersi un bel film, stanno tre ore incollati allo schermo aspettando l’agognata scena romantica e quando vedono lui che, con sotto la canzone “kiss the girl” le dice “ti amo” scoppiano a gridare come dei matti posseduti in preda a una crisi di nervi. Io dico, se gridano davanti a un bacio non hanno mai visto una versione di greco…
Lo stesso vale per i libri. La cosa snervante è che in alcuni libri le storie d’amore sono così banalmente stupide da far piangere. Sul serio. Cioè, è normale che all’inizio di un libro ti spunta la frase “ero nel buio. tutto, attorno a me era oblio, sofferenza, dolore. Poi vidi una luce, così calda, bella, accogliente. E mi buttai in quella luce. Aprii gli occhi, e vidi il mio Ermenegildo, bello, rampante con il suo fisico sexy con 2 tartarughe sullo stomaco”… o.O frenafrenafrena… Cioè, tu mi inizi un libro parlando ome se fossi appena uscita da un coma e poi ti spunta un super macho tutto muscoli? eh?
X qst odio trovo alquanto imbarazzante scrivere scene romantiche. Rileggendole, poi, mi viene come un brucior allo stomaco, inizio ad avvampare e poi finisco per arrabbiarmi con me stessa. Perchè x qnt ci provi, x qnd cerki di non farlo, finisci sempre x far sembrare quella scena uno spezzone di una di quelle soap opere olandesi banali e abbastanza scontate. Anke troppo. Gli scrittori di una volta erano avvantaggiati: potevano rendere le storie d’amore + interessanti facendo in modo che fosse la ragazza, e non il ragazzo, a fare il primo passo. Potevano sbizzarrirsi tra baci violenti, dolci, caldi, impetuosi… Ora non +. Ora noi, poveri neobabyscrittori nascenti, non abbiamo + altri modi, oltre a quelli già esistenti, per esprimere quel momento. Semplicemente xk i modi li hanno esauriti i nostri scrittori predecessori. Così, opo che tu combatti tra imbarazzo e concentrazione, arrivi alla solita conclusione: cavolo, mi sa tanto di titanic, pearl harbor, le pagine della nostra vita, le parole che non t ho detto, il matrimonio del mio miglior amico, vi presento joe black, e chi + ne ha + ne metta. Insomma, siamo MOLTO influenzati dal tipo di amore standard che ci somministrano in tv e dappertutto, solo solo con le pubblicità di profumi francesi, che non fanno altro che far slinguazzare due poveri attori e far blaterare loro “je t’aime” per tutta la durata dello spot. E che. Perciò, quando scrivo qst scene, nonostante la cosa mi causi un’agonia suprema, cerco di staccarmi dai soliti stereotipi amorosi ke alla fine danno solo delusioni.
Adesso vado, perchè ho scritto trp, ma era da tnt tempo che non commentavo e dovevo farlo… x3
Consiglio: prima di scrivere qualsiasi scena romantica, guardatevi una delle repliche di CSI Miami, così quantomeno vi sarete cibati della vostra dose di cadaveri sezionati che vi darà la forza di affrontare un primo bacio coi fiocchi tutto fiorellini e roba varia (bleah…)….
Ci si sente x3…

Mary_96